ENGINEERED GARMENTS

Engineered Garments è stata fondata ufficialmente nel 1999 a New York dal designer giapponese Daiki Suzuki e la sua visione della moda si è sin da subito concentrata su forme di abbigliamento vintage e casual, progettate con materiali di alta qualità. Come marchio interno dell'azienda giapponese Nepenthes, Engineered Garments è andato consolidandosi, con la produzione di capi guidati dalle origini giapponesi ma anche dalla passione di Suzuki per l'abbigliamento americano vintage o usato.
L'interesse di Suzuki si è rivolto alla moda dopo aver letto nel 1975 le prime edizioni del catalogo Made In U.S.A. e la prestigiosa rivista Popeye, pubblicazioni che presentavano pagine apparentemente infinite di abbigliamento e cultura americana. La sua incursione nel mondo della moda americana aveva lasciato un giovane Daiki Suzuki con il sogno di diventare uno stilista. Poco dopo essersi laureato al Vantan Design Institute, Suzuki ha trovato lavoro in un negozio di Union Square, dove ha incontrato Keizo Shimizu, il fondatore di Nepenthes. Dopo aver lasciato Union Square, Suzuki è stato invitato a lavorare a Redwood, il primo negozio retail di Shimizu. Ricco di abiti e decorazioni americane, Redwood era il luogo perfetto per Suzuki, che ha così approfondito la propria conoscenza della particolarità e complessità dell'abbigliamento americano.
Poco dopo, Suzuki si è unito a Shimizu a Nepenthes come buyer. Avrebbe fatto irruzione nei negozi di scarpe da ginnastica e di surplus dell'esercito a Boston, per poi spedire le merci scelte a Nepenthes. Alla fine, il designer si è trasferito a New York che è al centro della filosofia di Engineered Garments, l’azienda fondata da Suzuki nel 1999. Con l'abbigliamento inspirato a quello americano come suo principale punto di partenza, Suzuki non cerca di riproporre i rigorosi rifacimenti di vecchi indumenti ma piuttosto di destrutturare il design dei capi per poi ricostruirli con la sua visione, creando così una nuova strada di come l'indumento dovrebbe essere progettato.
Spesso elogiato per la sua estetica "Japanese New Americana", Engineered Garments è noto per i suoi pantaloni da fatica e cargo, camicie, abiti da lavoro e giacche in stile blazer che sono disponibili in una vasta gamma di tessuti per ogni stagione. La Bedford Jacket è probabilmente il biglietto da visita di Engineered Garments. Basata su giacche sportive storiche, Bedford jacket presenta una struttura a tre bottoni rimovibili e quattro tasche esterne applicate. Un altro caposaldo è la camicia Button Down del XIX secolo, una camicia che presenta un'abbottonatura a tre quarti e un orlo curvo. Inoltre, ogni capo presenta una tasca applicata sul petto e un colletto button-down. Un classico militare rielaborato, la CPO Shirt è un altro capo collaudato, che viene ripresentato ogni anno in varianti colori e tessuti.

Iscriviti alla Newsletter