HOLUBAR

La storia di Holubar è un tipico esempio della realizzazione del “Sogno Americano”. L'azienda iniziò ad operare in modo completamente informale nel 1946, quando Alice e Roy Holubar si recarono a Denver per acquistare della attrezzatura da alpinismo della Seconda Guerra mondiale da un magazzino dell'esercito. La loro idea era quella di fornire questa speciale attrezzatura ai numerosi appassionati di attività all'aria aperta nella zona di Boulder, in Colorado. Gli Holubar iniziarono a cucire e vendere sacchi a pelo imbottiti, ampliando in seguito la loro gamma per includere parka, zaini e chiodi da arrampicata.
I signori Holubar insieme hanno creato molte delle innovazioni che sono diventate di uso comune nel settore. Queste innovazioni includevano l'uso del nylon - all'epoca un materiale rivoluzionario e quasi sperimentale - che usavano sin dai primi anni '50, come materiale esterno per i loro vestiti e sacchi a pelo, e l'uso combinato di nylon e imbottitura in piuma. Un'altra novità è stata l'innovativa struttura “V-Baffling” delle celle interne dei sacchi a pelo progettati per le spedizioni in alta quota, che offriva un eccellente isolamento termico e praticamente nessun rischio di fuoriuscita di piumino. Un’ altra ancora è stato l'uso pionieristico di una miscela di cotone e nylon nota come NP-22 - in una miscela 50/50 all'inizio, e successivamente 60/40 - per una serie di modelli ormai classici come il "Mountain Parka".
Holubar crede nello scopo, nelle persone e nel pianeta. Ciò significa che ciò che viene preso è preso responsabilmente e viene restituito al nostro pianeta, nello sforzo di garantire che tutti, da Holubar ai suoi partner e i produttori comprendano e lavorino insieme per supportare una visione condivisa verso un futuro più pulito. Holubar impegna l'1% delle vendite globali per la conservazione e il ripristino dell'ambiente naturale attraverso la partnership in corso con 1% for the Planet.

Iscriviti alla Newsletter